backinnovazionemetodologica.png
Il «debate» è una metodologia che proviene dal mondo anglosassone, dove ha acquisito lo status di disciplina curricolare; consiste in un confronto tra due squadre formate ciascuna da due o tre studenti che devono sostenere oppure contraddire un’affermazione o un argomento assegnato dall’insegnante il quale sceglie anche chi inserire nella casa “pro” o nella casa “contro”. Gli argomenti individuati sono raramente affrontati nell’attività didattica tradizionale e dal tema scelto prende il via un vero e proprio dibattito, una discussione formale sottoposta a un preciso regolamento che prevede modalità e tempi da rispettare. Il dibattito è preceduto da un lavoro di documentazione ed elaborazione critica perciò permette agli studenti di imparare a cercare e selezionare le fonti. Il debate allena la mente a considerare posizioni diverse dalle proprie e a non fossilizzarsi su personali opinioni, sviluppa il pensiero critico, allarga i propri orizzonti e arricchisce il personale bagaglio di competenze. Permette inoltre di acquisire competenze trasversali («life skill»), favorendo il cooperative learning e la peer education . Al termine del confronto l’insegnante valuta la prestazione delle squadre assegnando un voto che misura le competenze raggiunte.


Il debate curricolare nell'esperienza internazionale


Nel nostro indirizzo il debate è diventato una materia curricolare nel secondo anno. Alcuni di noi avevano partecipato al corso di debate e public
speaking tenunto da Riccardo Agostini. Quindi, ci siamo messi in gioco per trasmettere le nostre competenze e conoscenze acquisite,
ai nostri compagni, cosicché coloro che non fanno debate come attività extra curricolare hanno potuto apprenderle.
Durante l'anno infatti si svolti tre debate: il primo a inizio anno, il secondo alla fine di marzo e l'ultimo nell'ultima settimana di scuola.
Per il primo debate alcuni studenti più grandi ci hanno assistiti facendo da tutor durante la preparazione.
varsavia 068.jpg

In aggiunta ci hanno spiegato alcuni trucchi e modalità per dibattere in modo efficace e illustrato le principali regole. Inoltre sempre con i tutor abbiamo svolto dei giochi utili migliorare le nostre tecniche espositive e il ragionamento veloce. Successivamente con i nostri compagni di casa abbiamo svolto delle ricerche per trovare le argomentazioni utili al nostro "schieramento", ovvero Pro o Contro. Dopo questo lavoro abbiamo finalmente dibattuto. Nel secondo e terzo debate abbiamo invece lavorato da soli ma, a differenza del primo, abbiamo cambiato compagni di casa e con quest'ultimi ci siamo trovati in date decise accordandoci tramite whatsapp.
IMG_1862.JPG